Cerchi i migliori Trattamenti e Rivestimenti Superficiali?

CHIAMA ORA +390293571391 EMAIL Iscriviti alla newsletter

Cerchi i migliori Trattamenti e Rivestimenti Superficiali?

* campo obbligatorio




Cerchi un’alternativa migliore a questo trattamento?

Conosci il nostro Servizio Express? Consegna Rapida in 3-5 giorni.

Ramatura

Ramatura, processo intermedio per la protezione di superfici metalliche

Il processo di ramatura è considerato fondamentale per la protezione di materiali ferrosi, in quanto rappresenta un passaggio intermedio di preparazione al trattamento di nichelatura e cromatura.

Il valore protettivo di tale combinazione è molto elevato. Conosciuto anche come ramatura galvanica, il processo consiste nell’applicazione di uno strato di rame (per via galvanica appunto), che avviene attraverso bagni elettrolitici.

Tali bagni possono essere alcalini (l’elettrolita è il cianuro complesso), o acidi (l’elettrolita è composto da acido solforico e solfato rameico). I bagni alcalini sono i più comuni nella ramatura del ferro, mentre quelli acidi vengono utilizzati per aggiungere uno strato di rame più spesso e sono eseguiti successivamente ad un trattamento di bagni alcalini.

Bagni al cianuro: i processi più diffusi per la ramatura del ferro

I bagni comuni al cianuro contengono un basso contenuto di rame e infatti sono conosciuti anche con il nome di bagni cianalcalini diluiti. Il loro largo impiego è principalmente dovuto alle sue caratteristiche: elevata penetrazione e aderenza dei depositi.

La ramatura nei bagni al cianuro può essere effettuata in due diverse modalità:

  1. Ciclo con inversione periodica della corrente (15 secondi di deposito, 5 di inversione): maggiore omogeneità dei depositi (più brillanti e privi di pori) grazie all’assenza di rugosità dovuta all’azione della corrente anodica.
  2. Ciclo con corrente interrotta (8 secondi di deposito, 2 di interruzione): elevata lucentezza e utilizzo di densità di corrente maggiore.

I materiali su cui viene applicata la ramatura sono alluminio, zinco (e rispettive leghe), acciaio inossidabile (quest’ultimo specie nel settore automotive).

I rivestimenti superficiali Impreglon assimilabili alla ramatura sono i trattamenti in Teflon PTFE e in Teflon PFA, in cui però non viene applicata la tipica colorazione ramata.

Ramatura
4.9 (98.18%) 11 vote[s]

Rivestimenti correlati:

TempCoat®

Rivestimento a base di fluoropolimeri con ottime caratteristiche di antiaderenza, scorrevolezza e protezione corrosiva.

Scopri di più

MagnaCoat®

MagnaCoat, rivestimenti per la resistenza chimica
La linea di prodotti MagnaCoat® è stata concepita per proteggere…

Scopri di più

Proprietà correlate:

Anticorrosione

Speciali rivestimenti anticorrosivi che permettono di creare delle barriere di protezione chimica. Possono avere spessori di pochi micron fino ad arrivare ad 1 mm.

Scopri di più

Antiusura

I rivestimenti antiusura Impreglon migliorano le caratteristiche di resistenza all'usura, durezza e resistenza all'abrasione e vengono ampiamente testati in laboratorio e sperimentati in ambienti industriali

Scopri di più

Mercati correlati:

Chimico

Rivestimenti utilizzati nell’industria chimica in grado di ottimizzare il flusso e offrire un’eccezionale resistenza agli acidi.

Scopri di più

Meccanica

Lubrificazione a secco ed antiattrito risolvono problemi di usura, grippaggio e fretting corrosion.

Scopri di più

Impreglon process

Le fasi di lavorazione

La fase di produzione passa attraverso cinque accurate fasi di processo che consentono una lavorazione veloce e precisa.

Scopri di più
staff azienda

Staff

Staff

Il successo di Impreglon è merito di chi ogni giorno lavora con passione e competenza per darvi il meglio.

Scopri di più